DIETRO LE QUINTE DI UN CAPOLAVORO

DIETRO LE QUINTE DI UN CAPOLAVORO
DIETRO LE QUINTE DI UN CAPOLAVORO
dal: 18/01/2020 - al: 18/01/2020 | FIRENZE | POSTI ESAURITI
Il laboratorio di restauro dell'Opificio delle Pietre Dure, un viaggio nel lavoro di chi si prende cura del patrimonio culturale italiano, a contatto diretto con grandi capolavori

QUOTA DI PARTECIPAZIONE (minimo 20 persone)

€ 25

 

PROGRAMMA
Alle ore 09:45 ritrovo all'ingresso principale della Fortezza da Basso, in viale Strozzi n°1. La visita di oggi ci porta alla scoperta del centro di restauro più importante al mondo, quello dell'Opificio delle Pietre Dure. Antica manifattura nata nel 1588 per volere di Ferdinando I de' Medici, per la lavorazione di arredi in pietre dure, la cosiddetta arte del "commesso fiorentino" con la quale si realizzano ancora oggi splendidi intarsi con pietre semipreziose. Dalla fine del 1800 l'Opificio venne trasformando la sua attività iniziando ad occuparsi di restauro finchè più tardi si fonderà in un'unica entità con il Laboratorio restauri della Soprintendenza. L’Opificio é oggi centro all'avanguardia, punto di riferimento per i restauratori che qui arrivano da tutte le parti del mondo ed é sede di una Scuola di Alta Formazione e di Studio. Attualmente l'istituto si compone di varie sedi, noi visiteremo, quella più ampia, il laboratorio che si occupa del restauro dei dipinti, dei materiali cartacei, dei materiali tessili e delle sculture lignee. Un viaggio tra le opere d'arte e i racconti di chi le opere le salva dal trascorrere del tempo. Vedremo da vicino le opere in restauro, accompagnati dagli esperti che ci spiegheranno come si svolge il loro complesso ed appassionante lavoro a tutela del patrimonio culturale
italiano. Fine del tour intorno alle ore 12:00 circa.

 

PRENOTAZIONI ENTRO IL 20/12/2019

 

Richiedi informazioni